Carrello

Nessun prodotto nel carrello.

Carrello

Nessun prodotto nel carrello.

Il movimento è salute: scegli uno stile di vita attivo

Allenamenti intensi, camminate sotto il sole, lunghe corse sono solo alcune delle situazioni che possono venirti in mente quando parliamo di stile di vita attivo.

Ma siamo sicuri che significhi proprio questo? Associare uno stile di vita attivo alla parola intensità è sempre corretto?

Coerenza è la parola chiave

Luke Worthington, personal trainer e specialista della performance afferma: “Quando si tratta di apportare miglioramenti genuini e sostenibili alla salute e al benessere, il fattore numero uno da considerare è la coerenza. Un programma che si può seguire costantemente tre volte a settimana, tutto l’anno, darà risultati migliori a lungo termine che allenarsi ogni giorno per sei settimane e poi rinunciare perché diventa troppo opprimente”.

Questo significa che non sono necessari allenamenti stile “militare” o diete troppo restrittive per avere dei risultati, ma occorre fissarsi degli obiettivi raggiungibili che possono cambiare nel tempo.

Parliamo non solo di estetica ma anche di migliorare la resistenza, di sentire meno dolore alla schiena, di stare meglio, scaricare lo stress o dormire meglio.

Avere uno stile di vita sano impatta non solo sull’aspetto fisico ma anche su tante altre variabili che spesso tendiamo a dimenticare, è un circolo virtuoso che scatena reazioni interne ed esterne al nostro corpo e nel nostro rapporto con gli altri.

 

 

4 consigli pratici per uno stile di vita attivo

Vogliamo darti 4 consigli pratici per uno stile di vita attivo per iniziare con il piede giusto. Non intendiamo suggerimenti come “fai più movimento” o “scegli le scale piuttosto che l’ascensore”, ma vogliamo darti qualche spunto perché pensiamo che i cambiamenti possano partire da piccole cose.

 

1.La scaletta degli obiettivi

Per un progetto lavorativo, come indice di una tesi di laurea. La facciamo per ogni cosa. Una lista di quelle che sono le priorità, di tutto quello che non può mancare.

Ma l’hai mai fatto per i tuoi obiettivi sportivi o di alimentazione? Li hai mai raggiunti? Cos’altro puoi fare? Cosa ti serve adesso?

Pianificare ti aiuterà a capire quello che non ha funzionato e a trovare velocemente nuovi obiettivi, qualcosa per cui valga la pena riprogettare.

Ti sei mai chiesto se uno stop fosse in realtà il tuo nuovo punto di partenza?

 

2.Fare ciò che si ama

Sembrerà banale ma quante volte abbiamo iniziato a praticare uno sport solo perché un’amica/o ci andava o perché si tratta dello sport del momento? Sono entrambe due ottime leve per sperimentare e provare ma, se non scatta la passione, non ostinarti a proseguire. A lungo andare il rischio è che diventi un peso ed otterrai il risultato contrario, ossia mollare la presa.

Se fai quello che ti piace riuscirai a superare l’ostacolo di iscriverti da sola/o ad uno sport dove non conosci nessuno e diventerà il momento della tua routine a cui farai veramente fatica a rinunciare. Provare per credere 😉

 

3.Attività…non solo fisica

Alzi la mano chi predilige l’ascensore alle scale!

Sappiamo che la tentazione è molto forte. Ma il consiglio è quello di scegliere il movimento piuttosto che la sedentarietà.

Oltre al classico consiglio scegli la bici piuttosto che l’auto, ci sono degli accorgimenti che puoi utilizzare tutti i giorni anche a lavoro.

Se sei in ufficio non utilizzare la chat ma alzati e vai direttamente alla scrivania del tuo collega, evita la tecnologia!

Vale anche per la pausa pranzo non rimanere seduta/o in ufficio, ma se ti è possibile esci o prendi il cibo da asporto per mangiare all’aria aperta o in un ristorante. Fai una sana camminata!

 

 

4.Anche in estate

Lo sappiamo l’estate è quel momento dell’anno dove, per il troppo caldo, si tende a rinunciare alla palestra o allo sport. Ma ci sono degli accorgimenti che puoi utilizzare per rendere piacevole anche l’allenamento.

Sicuramente iniziare con scegliere l’orario giusto, la mattina o la sera sono i momenti più freschi da poter sfruttare per i tuoi esercizi o la tua corsa.

Se pensi che vestirti meno possa darti sollievo o che il cotone sia il tessuto più adatto…sappi che non è così. Per evitare abrasioni e far si che la pelle rimanga asciutta ti consigliamo di utilizzare abiti con tessuto tecnico dry-fit e super morbido. Da evitare capi troppo aderenti.

 

Non tutti i giorni sono uguali, l’invito è fare quello che riesci. Non scoraggiarti e impara ad ascoltare il tuo corpo. Festeggia il raggiungimento dei tuoi obiettivi e impara a muoverti tutti i giorni, poco alla volta.

Dimentica il “tutto e subito” per abbracciare una nuova filosofia.

 

Ci segui già su Instagram?

Entra a far parte della nostra community

L’Équipe di Phyllgood

 

Che Cos’è

 Ricetta

 Taste Pack |

 Shop

0
    Carrello
    Il tuo carrello é vuoto